Pellegrinaggio a Lourdes 1-6 luglio 2020 e visita a Barcellona, parte la raccolta di adesioni in parrocchia

La Parrocchia Spirito Santo di Torremaggiore (FG) rende noto che è partita l’adesione per il Pellegrinaggio a Lourdes (1-6 luglio 2020) con annessa visita a Barcellona per la durata di due giorni. La quota di partecipazione è fissata in 850 euro. All’atto dell’iscrizione è opportuno lasciare una caparra di 150 euro.



Per ogni evenienza contattare
Don Massimo 329-1653016
Gianna De Vito 320-7912540

Castagnata di comunità a Torremaggiore alla Parrocchia Spirito Santo in onore di San Martino di Tours in data 11 novembre 2019

“San Martino: ogni mosto diventa vino “

Carissimi, in occasione della Festa di San Martino, vi invito a fare comunità sull’esempio di questa grande santo dal cuore nobile, con degustazione dei prodotti di questa stagione: castagne, bruschetta, olio extra vergine di oliva e vino novelli.
Appuntamento l’11 novembre 2019 a partire dalle ore 20.00 sul sagrato esterno della Parrocchia su Viale 2 Giugno.

Don Massimo Gagliardi

San Martino


Programma comunitario del mese di novembre 2019

Nuovi orari in vigore dal 27 ottobre 2019

Orario Sante Messe da Domenica 27 ottobre

       Feriali:  ore 18.30

       Festive:  ore 10.00 e 19.00

Orario Confessioni

Ogni venerdì dalle 16.30 alle 18.00

               dalle 19.30 alle 20,30

Orario Ufficio Parrocchiale

   Martedì e Giovedì dalle 17,00 alle 18,00

· Tutti i lunedì, dopo la Messa, segue la coroncina alla Divina Misericordia.

· Tutti i martedì, alle 21,00, adorazione eucaristica


MESSAGGIO MENSILE DI DON MASSIMO

il Papa ha parlato “di una realtà molto bella della nostra fede, cioè della ‘comunione dei santi’. Il Catechismo della Chiesa Cattolica – ha detto – ci ricorda che con questa espressione si intendono due realtà: la comunione alle cose sante e la comunione tra le persone sante (n. 948). Egli si è soffermato sul secondo significato: si tratta di una verità tra le più consolanti della nostra fede, poiché ci ricorda che non siamo soli ma esiste una comunione di vita tra tutti coloro che appartengono a Cristo. Una comunione che nasce dalla fede; infatti, il termine “santi” si riferisce a coloro che credono nel Signore Gesù e sono incorporati a Lui nella Chiesa mediante il Battesimo. Per questo i primi cristiani erano chiamati anche “i santi” (cfr At 9,13.32.41; Rm 8,27; 1 Cor 6,1)”.

“Il Vangelo di Giovanni attesta che, prima della sua Passione, Gesù pregò il Padre per la comunione tra i discepoli, con queste parole: «Perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato» (17,21).

La Chiesa, nella sua verità più profonda, è comunione con Dio, familiarità con Dio, comunione di amore con Cristo e con il Padre nello Spirito Santo, che si prolunga in una comunione fraterna.

Questa relazione tra Gesù e il Padre è la “matrice” del legame tra noi cristiani: se siamo intimamente inseriti in questa “matrice”, in questa fornace ardente di amore che è la Trinità, allora possiamo diventare veramente un cuore solo e un’anima sola tra di noi, perché l’amore di Dio brucia i nostri egoismi, i nostri pregiudizi, le nostre divisioni interiori ed esterne. L’amore di Dio brucia anche i nostri peccati”.

Con l’augurio di una vita santa, vi benedico!

Don Massimo


SCARICA IN PDF IL PROGRAMMA MENSILE COMUNITARIO DI NOVEMBRE 2019

Programma mensile comunitario del mese di aprile 2019

Orario Sante Messe
Feriali: ore 19.00
Festive: ore 10.00 e 19.30


Orario Confessioni
Ogni venerdì dalle 17.00 alle 18.30
dalle 19.30 alle 20,30


Orario Ufficio Parrocchiale
Martedì e Giovedì dalle 17,00 alle 18,30


Appuntamenti:
• Tutti i lunedì, dopo la Messa, segue la coroncina alla Divina Misericordia e il Rosario


• Tutti i martedì, alle 21,00, c’è l’Adorazione eucaristica

MESSAGGIO PASTORALE MENSILE A CURA DI DON MASSIMO

Carissimi,è un mese importante, quest’anno, quello di
aprile perché al suo centro si colloca la Settimana
delle settimane, la Settimana Santa, in cui
rivivremo il Triduo pasquale, centro di tutta la
nostra vita di battezzati. Inoltre, vogliamo vivere
la Pasqua alla luce del discernimento che è il
tema diocesano che ci ha visti impegnati durante
tutto l’anno pastorale. San Paolo menziona un
carisma particolare dello Spirito chiamato
”discernimento degli spiriti” (1 Cor 12, 10).
All’origine, questa espressione ha un senso ben
preciso: indica il dono che permette di
distinguere, tra le parole ispirate o profetiche
pronunciate durante un’assemblea, quelle che
vengono dallo Spirito di Cristo da quelle che
provengono da altri spiriti e cioè o dallo spirito
dell’uomo, o dallo spirito demoniaco, o dallo
spirito del mondo. Anche per l’evangelista
Giovanni questo è il senso fondamentale.
Il discernimento consiste nel “mettere alla prova
le ispirazioni per saggiare se provengono
veramente da Dio” (1 Gv 4,1-6).
Per Paolo il criterio fondamentale di
discernimento è la confessione di Cristo come
“Signore” (1 Cor 12, 3); per Giovanni è la
confessione che Gesù “è venuto nella carne”, cioè
l’incarnazione. Già con lui il discernimento
comincia ad essere usato in funzione teologica,
come criterio per discernere le vere dalle false
dottrine, l’ortodossia dall’eresia, ciò che diventerà
centrale in seguito.
Con l’augurio che la Pasqua diventi per tutti una
festa di rinnovamento della propria vita, vi
benedico!
don Massimo