6 settembre 2020: 17°anniversario di ordinazione di Don Massimo, auguri da parte di tutta la comunità parrocchiale dello Spirito Santo

Questa sera alle 19.30 ci sarà la Santa Messa presso la nostra Parrocchia per porgere i migliori auguri al nostro Don Massimo per il suo 17°anniversario di ordinazione sacerdotale.

Tu che abiti al riparo dell’Altissimo e dimori all’ombra dell’Onnipotente,
di’ al Signore: «Mio rifugio e mia fortezza, mio Dio, in cui confido».”
Facciamo i nostri più sentiti auguri al nostro parroco, don Massimo nel giorno del suo 17° anniversario di Ordinazione Sacerdotale. Che il Signore lo guidi sempre nel suo cammino sacerdotale e lo sostenga nel suo servizio di Pastore nella nostra comunità parrocchiale. Immensamente grazie per il tuo incessante, fattivo e costante supporto a noi fedeli.

Comunità Parrocchia Spirito Santo Torremaggiore

Pellegrinaggio a Lourdes 1-6 luglio 2020 e visita a Barcellona, parte la raccolta di adesioni in parrocchia

La Parrocchia Spirito Santo di Torremaggiore (FG) rende noto che è partita l’adesione per il Pellegrinaggio a Lourdes (1-6 luglio 2020) con annessa visita a Barcellona per la durata di due giorni. La quota di partecipazione è fissata in 850 euro. All’atto dell’iscrizione è opportuno lasciare una caparra di 150 euro.



Per ogni evenienza contattare
Don Massimo 329-1653016
Gianna De Vito 320-7912540

Castagnata di comunità a Torremaggiore alla Parrocchia Spirito Santo in onore di San Martino di Tours in data 11 novembre 2019

“San Martino: ogni mosto diventa vino “

Carissimi, in occasione della Festa di San Martino, vi invito a fare comunità sull’esempio di questa grande santo dal cuore nobile, con degustazione dei prodotti di questa stagione: castagne, bruschetta, olio extra vergine di oliva e vino novelli.
Appuntamento l’11 novembre 2019 a partire dalle ore 20.00 sul sagrato esterno della Parrocchia su Viale 2 Giugno.

Don Massimo Gagliardi

San Martino


Programma comunitario del mese di novembre 2019

Nuovi orari in vigore dal 27 ottobre 2019

Orario Sante Messe da Domenica 27 ottobre

       Feriali:  ore 18.30

       Festive:  ore 10.00 e 19.00

Orario Confessioni

Ogni venerdì dalle 16.30 alle 18.00

               dalle 19.30 alle 20,30

Orario Ufficio Parrocchiale

   Martedì e Giovedì dalle 17,00 alle 18,00

· Tutti i lunedì, dopo la Messa, segue la coroncina alla Divina Misericordia.

· Tutti i martedì, alle 21,00, adorazione eucaristica


MESSAGGIO MENSILE DI DON MASSIMO

il Papa ha parlato “di una realtà molto bella della nostra fede, cioè della ‘comunione dei santi’. Il Catechismo della Chiesa Cattolica – ha detto – ci ricorda che con questa espressione si intendono due realtà: la comunione alle cose sante e la comunione tra le persone sante (n. 948). Egli si è soffermato sul secondo significato: si tratta di una verità tra le più consolanti della nostra fede, poiché ci ricorda che non siamo soli ma esiste una comunione di vita tra tutti coloro che appartengono a Cristo. Una comunione che nasce dalla fede; infatti, il termine “santi” si riferisce a coloro che credono nel Signore Gesù e sono incorporati a Lui nella Chiesa mediante il Battesimo. Per questo i primi cristiani erano chiamati anche “i santi” (cfr At 9,13.32.41; Rm 8,27; 1 Cor 6,1)”.

“Il Vangelo di Giovanni attesta che, prima della sua Passione, Gesù pregò il Padre per la comunione tra i discepoli, con queste parole: «Perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi, perché il mondo creda che tu mi hai mandato» (17,21).

La Chiesa, nella sua verità più profonda, è comunione con Dio, familiarità con Dio, comunione di amore con Cristo e con il Padre nello Spirito Santo, che si prolunga in una comunione fraterna.

Questa relazione tra Gesù e il Padre è la “matrice” del legame tra noi cristiani: se siamo intimamente inseriti in questa “matrice”, in questa fornace ardente di amore che è la Trinità, allora possiamo diventare veramente un cuore solo e un’anima sola tra di noi, perché l’amore di Dio brucia i nostri egoismi, i nostri pregiudizi, le nostre divisioni interiori ed esterne. L’amore di Dio brucia anche i nostri peccati”.

Con l’augurio di una vita santa, vi benedico!

Don Massimo


SCARICA IN PDF IL PROGRAMMA MENSILE COMUNITARIO DI NOVEMBRE 2019

Programma mensile comunitario mese di marzo 2018

SCARICA IN FORMATO PDF IL PROGRAMMA COMUNITARIO DEL MESE DI MARZO 2018 CON IL MESSAGGIO MENSILE A CURA DI DON MASSIMO (CLICCA QUI PER IL DOWNLOAD)

 

Orario Sante Messe
Feriali: ore 18.30
Festive: ore 10.00 e 19.00

Orario Confessioni
Ogni venerdì dalle 16.30 alle 18.00
dalle 19.00 alle 20,00

Orario Ufficio Parrocchiale
Martedì e Giovedì dalle 16,30 alle 18,00

Appuntamenti:
· Tutti i lunedì, dopo la Messa, segue la coroncina alla Divina Misericordia e il Rosario
· Tutti i martedì, alle 21,00, c’è l’Adorazione eucaristica
· Tutti i giovedì, eccetto il primo giovedì del mese, alle 21,00, c’è la recita del Rosario animato dal gruppo “Santa Maria degli Angeli”

 

Carissimi, Dante Alighieri, nella sua descrizione dell’inferno,
immagina il diavolo seduto su un trono di ghiaccio; egli
abita nel gelo dell’amore soffocato. Chiediamoci allora:
come si raffredda in noi la carità? Quali sono i segnali che
ci indicano che in noi l’amore rischia di spegnersi?
Ciò che spegne la carità è anzitutto l’avidità per il denaro,
«radice di tutti i mali» (1 Tm 6,10); ad essa segue il
rifiuto di Dio e dunque di trovare consolazione in Lui,
preferendo la nostra desolazione al conforto della sua
Parola e dei Sacramenti. Tutto ciò si tramuta in violenza
che si volge contro coloro che sono ritenuti una minaccia
alle nostre “certezze”: il bambino non ancora nato,
l’anziano malato, l’ospite di passaggio, lo straniero, ma
anche il prossimo che non corrisponde alle nostre attese.
Anche il creato è testimone silenzioso di questo
raffreddamento della carità: la terra è avvelenata da rifiuti
gettati per incuria e interesse; i mari, anch’essi inquinati,
devono purtroppo ricoprire i resti di tanti naufraghi delle
migrazioni forzate; i cieli – che nel disegno di Dio cantano
la sua gloria – sono solcati da macchine che fanno
piovere strumenti di morte.
L’amore si raffredda anche nelle nostre comunità:
nell’Esortazione apostolica Evangelii gaudium, Papa
Francesco ha cercato di descrivere i segni più evidenti di
questa mancanza di amore. Essi sono: l’accidia egoista, il
pessimismo sterile, la tentazione di isolarsi e di
impegnarsi in continue guerre fratricide, la mentalità
mondana che induce ad occuparsi solo di ciò che è
apparente, riducendo in tal modo l’ardore missionario.
Se vediamo nel nostro intimo e attorno a noi i segnali
appena descritti, ecco che la Chiesa, nostra madre e
maestra, assieme alla medicina, a volte amara, della
verità, ci offre in questo tempo di Quaresima il dolce
rimedio della preghiera, dell’elemosina e del digiuno.
Dedicando più tempo alla preghiera, permettiamo al
nostro cuore di scoprire le menzogne segrete con le quali
inganniamo noi stessi, per cercare finalmente la
consolazione in Dio. Egli è nostro Padre e vuole per noi la
vita. Buona corsa verso la Pasqua di Risurrezione!
don Massimo